FABIO PIROZZI, Il “nuovo” requisito dell’indipendenza nella giurisprudenza sulla nozione di giurisdizione ex art. 267 TFUE: il caso NADA

ABSTRACT – Con il presente lavoro si intende brevemente commentare la recente sentenza NADA, con la quale la Corte di giustizia ha dichiarato irricevibile un rinvio pregiudiziale proposto dalla Commissione arbitrale austriaca competente in materia di lotta contro il doping (Unabhängige Schiedskommission Wien – USK) per difetto, da parte di quest’ultima, del requisito dell’indipendenza. Nel commento, particolare attenzione è dedicata all’inquadramento del caso nella “nuova” – e restrittiva – giurisprudenza della Corte sulla nozione di giurisdizione e al suo rapporto con le garanzie di indipendenza di cui agli artt. 19 TUE e 47 della Carta. In conclusione, talune considerazioni critiche sono formulate in merito all’opportunità della scelta della Corte di elaborare la teoria dell’equivalenza degli standard di indipendenza ex artt. 19 TUE e 47 della Carta, da una parte, e ex art. 267 TFUE, dall’altra.

DOWNLOAD IN FORMATO PDF

Lascia un commento

BLOGDUE | Il blog dell'AISDUE - Associazione Italiana Studiosi di Diritto dell'Unione Europea

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy