Il ruolo del giudice nazionale nell’enforcement della disciplina sugli aiuti di Stato nel diritto dell’Unione Europea – SILVIA MARINO

di Patrizia De Pasquale

Torino – Milano, 2021, 187 pagine. Questo volume esamina i poteri degli organi giurisdizionali nazionali nell’ambito del controllo del rispetto della disciplina degli aiuti di Stato nell’Unione europea. Nonostante il fatto che questo settore costituisca una competenza classica dell’Unione, questa prospettiva è finora scarsamente indagata alla luce della competenza esclusiva della Commissione europea nella valutazione della compatibilità della misura. La Corte di giustizia ha ricavato una nicchia apparentemente angusta per il giudice nazionale, deputato a trarre le conseguenze dell’illegalità dell’aiuto di Stato. Pertanto, il presente lavoro analizza in chiave statica le competenze degli organi giurisdizionali nazionali, dimostrando un certo consolidamento normativo e giurisprudenziale nell’ambito del c.d. public enforcement. In una prospettiva evolutiva vengono esaminate poi le azioni di private enforcement nei confronti dello Stato membro erogante e dei beneficiari. Se le prime risultano poco sviluppate soprattutto per motivi pratici, le seconde sono limitate dalla giurisprudenza della Corte di giustizia che ne nega ammissibilità in base al diritto dell’Unione europea. Il lavoro fornisce spunti per lo sviluppo delle azioni nei confronti dello Stato e supera criticamente i limiti alla responsabilità del beneficiario, proponendo soluzioni utili alla tutela della libera concorrenza nel mercato (obiettivo ultimo della disciplina sugli aiuti di Stato), anche nella prospettiva del diritto internazionale privato.

ilovepdf_merged-8

DOWNLOAD IN FORMATO PDF

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy