PIETRO MANZINI, Diritto antitrust dell’Unione europea, Torino, 2023, 288 pagine

di Patrizia De Pasquale

Il manuale ha ad oggetto il diritto antitrust del­l’Unione europea, così come elaborato dalla giurisprudenza della Corte di giustizia in applicazione degli articoli 101 e 102 del TFUE.  Nel primo capitolo si presentano i profili generali della materia, rimarcando le sue interrelazioni con la scienza economica, le sue origini storiche e il suo valore costituzionale; in collegamento con tali temi si identificano anche gli obiettivi di politica del diritto inscritti nelle norme antitrust dell’Unione. Successivamente la materia è divisa in due parti. Nel secondo, terzo e quarto capitolo si analizzano la giurisprudenza e la normativa relative all’art. 101, distinguendo tra i caratteri generali delle intese restrittive della concorrenza (capitolo II), le intese che contengono restrizioni orizzontali (capitolo III) e le intese che racchiudono restrizioni verticali (capitolo IV). Nella seconda parte si esaminano invece la giurisprudenza e la normativa riguardanti l’art. 102, suddividendo la materia nei profili generali dello sfruttamento abusivo di posizione dominante (capitolo V), nonché negli abusi di sfruttamento (capitolo VI) e negli abusi di esclusione (capitolo VII).  Oltre che agli studiosi del diritto dell’Unione, il manuale ha l’ambizione di essere utile anche ai giuristi che operano sul piano interno, posto che, per un verso, le norme europee sono applicabili anche dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) e dai giudici nazionali, e per l’altro, la legge antitrust italiana (L. n. 287/90) prevede espressamente che l’interpretazione della stessa vada effettuata sulla base dei principi dell’ordinamento europeo in materia di disciplina della concorrenza.

9788892145573-2_merged

DOWNLOAD IN FORMATO PDF

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy